4.4
(7)

Quattro mensilità previste dal decreto Sostegni bis.

Il prossimo 31 luglio 2021 è il termine fissato dall’INPS per la trasmissione delle domande del reddito di emergenza (REM).

I mesi interessati dalla proroga introdotta dal decreto BIS, sono appunto 4, giugno luglio agosto e settembre.

Il canale di trasmissione delle istanze è stato aperto lo scorso 1° luglio, gli utenti hanno la possibilità di inoltrare direttamente la domanda (autenticazione profilo cittadino INPS con le proprie credenziali o tramite carta nazionale dei servizi o tramite SPID) oppure possono rivolgersi ad enti di patronato che invieranno la domanda di beneficio per gli stessi.

Quali sono i requisiti per ottenere questo sussidio economico?

I requisiti per l’ottenimento del sostegno sono molto simili a quelli delle precedenti domande di reddito di emergenza ma è bene riepilogarli per chi ne voglia fare richiesta per la prima volta.

Il richiedente deve essere:

  • residente in Italia;
  • avere un reddito familiare nel mese di aprile 2021 (in base al principio di cassa) inferiore all’ammontare mensile del beneficio R.E.M. potenzialmente spettante;

 Es. se il mio nucleo è composto solamente dal richiedente e quindi un nucleo unipersonale bisognerà che nel mese di aprile 2021 io abbia percepito un reddito inferiore a 400 € ovvero inferiore all’importo potenzialmente spettante.

  • patrimonio immobiliare del nucleo con riferimento al 31 dicembre 2020 inferiore a 10.000 € (questa soglia è accresciuta 5.000 € per ogni componente successivo ma fino a un massimo di 20.000 € come nei nuclei di tre o più componenti. Unica deroga a questo requisito riguarda un ulteriore incremento di euro 5.000 nel caso in cui nel nucleo sia presente un componente in condizioni di disabilita grave o non autosufficienza;
  • Il valore dell’ISEE 2021 ovvero l’indicatore della situazione economica equivalente deve essere inferiore a euro 15.000.

Casi di incompatibilità

Il reddito di emergenza prevede nel suo regolamento alcuni casi di incompatibilità, nello specifico, nessun membro del nucleo familiare:

  • deve essere titolare di pensione che sia essa diretta, di reversibilità o di invalidità;
  • deve percepire o deve aver percepito trattamenti economici legati al covid;
  • deve essere titolare di un rapporto di lavoro dipendente la cui retribuzione sia superiore al potenziale importo del sostegno;
  • nessun membro deve essere percettore del reddito di cittadinanza.

In questi ultimi due casi notiamo, un rafforzamento dell’istituto a negare la misura a chi percepisce importi superiori al sostegno, essendo tale concetto sia nei requisiti (minore di) che nelle incompatibilità (maggiore di).

L’ammontare della misura in base al nucleo familiare

COMPONENTI NUCLEO FAMILIARE

IMPORTO MENSILE
1 componente adulto 400,00 €
2 componenti adulti 560,00 €
2 adulti e 1 minore 640,00 €
2 adulti e 2 minori 720,00 €

3 adulti e 2 minori

800,00 €
2 adulti 2 minori 1 disabile 840,00 €
reddito di emergenza

Reddito di emergenza, quando verranno erogate le quattro mensilità.

Per quanto riguarda l’erogazione e quindi la reale disponibilità sui conti correnti dei richiedenti possiamo basarci solo su delle previsioni che hanno come punto di riferimento le precedenti erogazioni, anche se, in precedenza la domanda di reddito di emergenza è stata più volte prorogata aumentando i tempi di erogazione dello stesso.

In ogni caso possiamo affermare che se, come attualmente previsto, la possibilità di inviare le istanze per ottenere il beneficio terminerà al 31 luglio le stesse potrebbero essere elaborate in fase istruttoria già dal 2 agosto 2021, motivo per cui, per ottenere la prima mensilità (o le prime due a distanza ravvicinata) bisognerà attendere almeno il prossimo 16 agosto.

Reddito di emergenza possibili proroghe future?

Altro punto interrogativo, rimane quello della proroga di ulteriori mensilità per il reddito di emergenza, questa misura ad oggi è l’unica ad erogare sostegno reddituale (RdC escluso) fino al mese di settembre 2021 mentre per altri sostegni come i contributi a fondo perduto ed il bonus locazione si è fermi alla mensilità di maggio.

Con l’arrivo dell’estate ed il calo dei contagi ma con la variante delta alle porte ci ritroviamo a chiederci se sarà possibile ottenere una nuova proroga.

Benché sia prematuro ipotizzare le intenzioni del governo, siamo certi che questa come altre misure a sostegno dei cittadini e delle imprese sono unicamente legate alla nuova proroga dello stato di emergenza al 31 dicembre 2021 appena emanata dal consiglio dei ministri.

Leggi qui gli arti articoli di questa categoria

Immagine di copertina: pixabay

Ti è piaciuto l'articolo?

Dacci un voto!

Voto medio: 4.4 / 5. Numero voti: 7