5
(6)

Tra le novità presenti nel Decreto sostegni bis, è stato incluso il rifinanziamento del fondo auto al fine di agevolare l’acquisto di automobili a bassa emissione di CO2.

Il fondo stanziato dal governo per permettere l’acquisto di veicoli a basse emissioni è stato di 350 milioni di euro. Con il nuovo contributo sarà possibile acquistare auto ibride ed elettriche con valori di emissioni inferiori a 60 g/km di CO2 o diesel e benzina Euro 6 con emissioni fino a 135 g/km, con e senza rottamazione.

Le prenotazioni possono essere effettuate sulla piattaforma del Mise e la novità, rispetto al passato, riguarda l’inclusione di auto usate.

Uno stanziamento di 40 milioni euro è stato dedicato alle auto usate, benzina o diesel, di classe euro non inferiore a 6 ed emissioni fino a 160 g/km di CO2.

Accesso al bonus

Per accedere agli incentivi per l’acquisto dei veicoli nuovi è necessario che i rivenditori si colleghino sul sito ecobonus.mise.gov.it e prenotino i contributi.

La piattaforma è attiva dal 2 agosto 2021, invece a partire dal 5 agosto sarà possibile richiedere l’extra bonus per i veicoli commerciali e speciali.

Novità auto usate

Rispetto al passato c’è una novità: il bonus è possibile utilizzarlo anche per le auto usate.

La condizione necessaria per usare l’incentivo per i veicoli di categoria M1 usati, è rottamare una vettura immatricolata prima del gennaio 2011, oppure che abbia raggiunto i dieci anni nel periodo in cui viene richiesto l’agevolazione.

Il beneficiario del bonus deve essere proprietari o intestatario dell’automobile da almeno dodici mesi.

I destinatari del bonus sono esclusivamente persone fisiche e le auto non potranno avere un prezzo superiore ai 25 mila euro.

Le agevolazioni previste non si possono richiedere se si è già usufruito di altri incentivi, come ad esempio quelli previsti delle leggi: 145 del 2018 e 178 del 2020.

bonus auto, agevolazioni anche per l'usato

Valore del contributo

Il finanziamento è così ripartito:

CONTRIBUTO

FINANZIAMENTO

1.500 euro 200 milioni per acquistare, esclusivamente con rottamazione, i veicoli con emissioni comprese tra 61-135 g/km CO2
2.000 euro con rottamazione e a 1.000 senza 60 milioni per ottenere l’extrabonus e acquistare veicoli con emissioni comprese tra 0-60 g/km CO2
Restano invariati i contributi previsti dalla Legge di Bilancio 2021 e quindi prenotabili in base alla “Massa Totale a Terra -MTT” e all’alimentazione 50 milioni per l’acquisto di veicoli commerciali e speciali, di cui 15 milioni esclusivamente per i veicoli con alimentazione elettrica
2.000 euro calcolato in base alla fascia di emissione. 40 milioni per l’acquisto di veicoli di categoria M1 usati, di classe Euro non inferiore a 6 ed emissioni fino a 160 g/km di CO2

Tra le novità previste dal decreto,  vi è la possibilità anche di acquistare con leasing finanziari. 

I contributi restano invariati a quelli stabiliti dalla Legge di Bilancio 2021 che sono accessibili in base alla “Massa Totale a Terra – MTT” e all’alimentazione.

Il bonus auto non ha una durata illimitata perché sarà valido fino ad esaurimento fondi e comunque entro il 31 dicembre 2021.

Attraverso il rifinanziamento dell’ecobonus s’intende mettere in atto un processo volto a sostenere il mercato dell’auto in un periodo di grande crisi come quello che stiamo attraversando e approfittarne per “spingere” verso un mondo sempre più ecosostenibile.

Leggi qui gli altri articoli di questa categoria

Immagini: pixabay

Ti è piaciuto l'articolo?

Dacci un voto!

Voto medio: 5 / 5. Numero voti: 6